Seleziona una pagina

International Police Award - Arts Festival (IPAAF)

XXV Edizione
Monte San Savino (Ar)
dal 9 al 19 Settembre

© Angelo Bianconi

International Police Award – Arts Festival (IPAAF)

Il Festival delle Performing Arts

Celebriamo l’azione delle Forze dell’Ordine attraverso tutte quelle forme artistiche che hanno dato e danno lustro alla loro missione. Il cinema, la letteratura, la musica, la televisione, il giornalismo, il teatro e il mondo della Cultura in generale hanno sempre tratto grande ispirazione dal loro operato, sottolineandone la dimensione umana.

Partecipe alla vita quotidiana e punto di riferimento per il cittadino, il tutore dell’Ordine vive il quotidiano con l’orgoglio di indossare un’uniforme, diventata essa stessa un simbolo.

Le Forze dell’Ordine non sono soltanto difensori e garanti della legge e della giustizia; vicine ai cittadini, costituiscono un tramite tra società civile ed istituzioni.

Il giallo, così come il racconto poliziesco, sono i generi letterari e cinematografici che hanno celebrato nella storia le opere delle Forze dell’Ordine, dando vita a veri e propri cult. Nel corso della sua carriera, il poliziotto diventa attore e testimone di innumerevoli storie, attraverso i rapporti con le persone che incontra lungo il suo cammino, e deve difendere i cittadini, offrire loro sicurezza e aiuto, soddisfare ogni loro primaria necessità, garantire il benessere dell’intera società.

Il Premio Apoxiomeno è un riconoscimento che viene assegnato a personaggi dello sport, dello spettacolo e della cultura italiana e internazionale che, attraverso la loro attività professionale, hanno dato lustro alle Forze dell’Ordine.

Il premio, una statua in argento rappresentante un giovane atleta greco nell’atto di detergersi con lo strigile dopo le fatiche, prende il nome dall’omonima statua bronzea di Lisippo, l’Apoxyómenos.

Lo scultore aretino Carlo Badii ne ha curato la riproduzione; la realizzazione è opera, invece, della ditta orafa Aurart del Maestro Massimo Palombo, con sede ad Arezzo.

Partner

Media Partner

International Police Award – Arts Festival (IPAAF)

I Numeri del Successo

Negli anni abbiamo premiato celebrità nazionali ed internazionali del calibro di Massimo Ranieri, Albano, Gina Lollobrigida, Vittorio Storaro, Ennio Morricone, Colin Firth, Helen Mirren, Taylor Hackfort, Billie August, Paul Haggis, Robert Moresco, Mark Strong, Betty Thomas, Sibel KekilliI, Andrej Konchalovsky, Nikita Sergeevič Michalkov, Corinne Touzet, Abel Ferrar, Jack O’Halloran, Matt Dillon e Andrea Camilleri.

Abbiamo celebrato le opere di molti grandi esponenti della cultura, delle arti performative e dello sport di tutti i tempi e onorato i nostri ospiti per il loro contributo, volto a raccontare storie importanti, a sostegno della legalità e del lavoro dei corpi di Polizia nel Mondo.

Abbiamo proposto, grazie alla partecipazione di artisti eccellenti, studiosi e intellettuali distintisi in campo internazionale, performance, dibattiti e conferenze sul tema della legalità e sul contributo che l’arte può offrire per veicolare e trasmettere i valori della giustizia e del rispetto delle istituzioni.

I nostri eventi hanno riscosso un notevole successo nel corso degli anni, grazie alla volontà di agire concretamente per la realizzazione di un mondo più giusto, più umano, migliore.

Anni

Premiati

Premi Oscar

International Police Award – Arts Festival (IPAAF)

Sordi Family Award

Al Festival viene consegnato anche il Sordi Family Award.
Il Premio è stato istituito nel 2017 per volontà della Famiglia Sordi, rappresentata da Igor Righetti.

Con questo riconoscimento si vuole ricordare l’impegno civile del grande attore romano Alberto Sordi, molto vicino alle Forze dell’Ordine, che, con la sua arte, ha saputo raccontare pregi e difetti della nostra Italia e di noi italiani. Sordi ha vestito spesso la divisa; indimenticabile la sua magistrale interpretazione del Vigile Otello Celletti. Il suo genio è ancora oggi riconosciuto a livello internazionale. Alberto Sordi è indiscutibilmente una figura iconica del cinema italiano.

Il premio, una lastra d’argento dorato raffigurante Alberto Sordi nei panni di Otello Celletti, protagonista del film “Il Vigile”, ideata dall’artista siciliano Giuseppe Raffa, è realizzata dalla ditta orafa Aurart del Maestro Massimo Palombo, con sede ad Arezzo.

 PREMIO “ALBERTO SORDI”
“Sì sono stato un abusivo. Un caramba che indossa con frode la nobile divisa. Però, anche da abusivo, anche se non ero un vero carabiniere, un po’ l’orgoglio di quella divisa lo sentivo…”. (A. Sordi)

Albo d’Oro:

2017 Colin Firth, Gina Lollobrigida;
2018 Bob Moresco; Mark Strong;
2019 Matt Dillon; Helen Mirren; Betty Thomas;
2020 Striscia La Notizia; Alessandro Canestrelli.

contatti

Via dei Serragli 132
50124 FIRENZE (FI)

Tel. 055 2335339
Cell. 375 5202809
toscana@ipa-italia.it

Segreteria del Premio
segreteria@premioapoxiomeno.it